sabato 22 febbraio 2020

In My Mailbox #3 - 2020


Buongiorno Lettori e buon sabato, come state? Qui tutto bene, anche se credo che non riuscirò mai a ripulire casa dai coriandoli... ho passato l'aspirapolvere due volte ma continuo a trovarne ovunque. E carnevale non è ancora terminato, aiuto. A proposito, a voi piace questa festa? Avete in programma qualche travestimento? Se vi va fatemi sapere nei commenti, io intanto vi mostro le mie due new entry librose! Il primo è I Guerrieri delle Maree, di Catherine Doyle, uscito pochissimi giorni fa per Mondadori. L'ho quasi terminato e nulla, bello bello bello! Come sapete sono un po' incasinata con le recensioni, ma ve ne parlerò al più presto. Il secondo titolo invece è un acquisto del marito, ma lo desideravo molto anche io quindi lo leggerò sicuramente, e si tratta di Miti del Nord, di Neil Gaiman, che sono piuttosto certa non abbia bisogno di presentazioni. Cosa ne pensate di questi titoli, li conoscete o li avete letti? Ma soprattutto, cosa avete comprato o ricevuto voi ultimamente?
Cosa ne pensate di questi titoli?
E cosa avete cosa avete comprato di recente?

mercoledì 19 febbraio 2020

WWW Wednesday #4 - 2020

Buongiorno Lettori e buon mercoledì, come state? Io non vedo l'ora del weekend, settimana prossima Tristan sarà a casa per le vacanze di carnevale e un po' di tranquillità ci vuole proprio - io come al solito faccio i salti di gioia per l'assenza di sveglie - ma dobbiamo resistere ancora per qualche giorno. Per far passare il tempo vi propongo una nuova puntata dedicata agli aggiornamenti librosi, se vi va fatemi sapere cosa ne pensate e cosa state leggendo voi, oppure lasciatemi i link dei vostri post, passerò volentieri a curiosare. Altrimenti ci leggiamo venerdì con una nuova recensione!



 
Come anticipato nella scorsa puntata, mi sono dedicata completamente alla saga Legione, di Simona Colombo. Attualmente ho in lettura Maya, il quarto e ultimo volume della serie. Non vi svelo troppo perché naturalmente più avanti pubblicherò la recensione, ma come al solito lo sto trovando splendido. Come forse avete visto su Instagram la scorsa settimana ho anche ricevuto da Mondadori I Guerrieri delle Maree, di Catherine Doyle - uscito ieri in libreria - nonché seguito de Il Custode delle Tempeste, il mio libro preferito del 2019! Non volevo accavallare due letture, ma insomma, non ho proprio resistito. Per ora sono arrivata a metà e niente, dire che lo sto amando è riduttivo.






Non poteva che esserci Legione - Susanna in risposta a questa domanda! Si tratta del terzo volume della serie e, come ho già ripetuto infinite volte nelle ultime settimane, sia qui che sui social, di romanzo in romanzo questa saga non fa che migliorare. Sul blog trovate già le recensioni di River e Gabriel, a breve si unirà anche quella di Susanna. Se amate il genere storico-fantascientifico non potete perdervela, queste storie - tutte autoconclusive, vi ricordo - sono pazzesche e originali!






Sarò onesta, avrei preferito lasciare vuota questa domanda. Con Maya e I Guerrieri delle Maree si concludono ufficialmente gli omaggi che avevo in casa - cartacei, ebook, vecchi e recenti - e sono mesi che promettevo di tornare a lavorare seriamente sulla trama del mio libro, una volta smaltiti. Ora, non è che leggere mi impedisca fisicamente di scrivere, ma sono una di quelle persone che quando scrive si immerge al 100% nella storia e l'idea di lasciare delle letture in "sospeso" mi infastidisce. Tutto questo per dirvi che non so quanto saranno costanti o corpose le mie letture nel prossimo periodo, ecco. Alla fine, non volendo metterle in pausa del tutto, ho scelto come prossimo titolo Le figlie di Salem, una graphic novel che sembra davvero interessante e che, almeno per quanto riguarda il tempo, sarà sicuramente meno impegnativa di un romanzo.

Cosa ne pensate dei miei aggiornamenti di lettura?
Se vi va fatemi sapere anche cosa state leggendo voi!


lunedì 17 febbraio 2020

Recensione "Legione - Gabriel" di Simona Colombo

Buongiorno Lettori e buon lunedì, come state? Io ho trascorso un weekend infernale fra febbre, influenza e malesseri vari, però sono stata fortunata e ho potuto rilassarmi un po', senza contare che mi è arrivato un pacchettino con un libro in uscita domani che aspettavo con ansia e che sto già leggendo. Oggi però sono qui per parlarvi di un altro titolo che ho amato molto e per cui ringrazio nuovamente l'autrice, non solo per l'omaggio, ma anche per la pazienza. Sto parlando ovviamente del secondo volume della saga Legione! Se non la conoscete dovete assolutamente recuperarla!


La Legione Segreta è un’organizzazione mondiale che
da migliaia di anni indaga su misteri naturali e soprannaturali.

Titolo: Legione - Gabriel
Autore: Simona Colombo
Serie: Legione vol.2
Genere: Storico-fantascientifico
Prezzo: 9,45€
Pagine: 300
Pubblicazione: 2015
Editore: Self-Publishing



Trama: La Legione Segreta è un’organizzazione mondiale che da migliaia di anni indaga su misteri naturali e soprannaturali. Il legionario Gabriel Walken, dotato di fenomenali poteri mentali, si occupa di reclutare nuovi membri. Un giorno gli viene affidato un incarico diverso: rintracciare l’ultima erede di una stirpe di donne custodi di prodigiosi bracciali, l’unica in grado di svelare il significato delle formule incise sugli antichi gioielli. Tra quelle formule si nasconde il segreto per viaggiare nel tempo. La missione di Gabriel coinvolgerà cinque ragazzi cresciuti in un orfanotrofio, dove misteriose presenze terrorizzano e uccidono i giovani ospiti. Tra streghe vendicative e scienziati ambiziosi, dalle Alpi agli Stati Uniti, fino a un laboratorio in Bolivia dove si nasconde la macchina del tempo, Gabriel affronterà lo scontro tra magia e tecnologia, scoprendo che il peso della conoscenza può frantumare anche l’uomo più forte.

Non so a voi, ma a me a volte succede di scordare del tutto alcuni romanzi letti da poco, e di ricordarne alla perfezione altri letti tantissimi anni prima. Immagino dipenda da quanto - e da cosa - ci lascia la storia, ma la trovo sempre una cosa buffa. Fatto sta che sono trascorsi esattamente quatto anni da quando ho recensito qui sul blog Legione - River, il primo volume di questa splendida serie, eppure ne ricordo ogni dettaglio e personaggio. E credetemi, i romanzi di questa saga sono davvero appassionanti, ma anche piuttosto impegnativi, quindi non davo per scontato di ricordarmi tutto, a distanza di tempo. Ma non dovrei esserne troppo sorpresa, la Legione mi era davvero rimasta nel cuore, e con Gabriel, secondo volume della serie, ne ho avuto nuovamente la conferma. Ma prima di iniziare facciamo un passo indietro: chi sono i legionari?


La Legione Segreta è un'organizzazione mondiale millenaria che si occupa di risolvere misteri naturali e soprannaturali. Gli ambiti in cui operano i legionari sono molteplici: dalla caccia a mostri mitologici alle tecnologie per viaggiare nel tempo, dagli studi sul paranormale alle missioni spaziali.


Ognuno dei quattro volumi che compongono la saga è autoconclusivo e affronta tematiche diverse, ma io vi consiglio assolutamente di leggerli tutti seguendo l'ordine giusto, perché a volte vengono citati personaggi o situazioni dei romanzi precedenti e, anche se non è indispensabile ai fini della trama, trovo dia molta più soddisfazione capire i riferimenti che vengono fatti. Dopo questa premessa, lunga ma necessaria vista la particolarità della saga, passiamo a Gabriel: ho amato moltissimo questo volume! Ero convinta che non avrebbe mai potuto superare River, e invece di romanzo in romanzo le avventure dei legionari si fanno sempre più intense e mozzafiato - vi anticipo solo che ho da poco terminato il terzo volume e che ho già in lettura il quarto - quindi ne sono rimasta davvero colpita. I personaggi di questo secondo romanzo mi hanno letteralmente conquistata, a partire da Gabriel, il legionario dagli straordinari poteri mentali, ma in realtà penso di poter tranquillamente dire di aver amato tutto, del libro. Lo stile dell'autrice è scorrevole e serrato, cattura il lettore fin dalla prima pagina e lo risucchia in un'avventura ai confini del tempo e dello spazio, che io ho divorato in poco più di un giorno e mezzo. Una delle cose che in genere faccio fatica ad apprezzare, e che invece in Legione adoro, sono i discorsi. Li trovo sempre realistici e naturali, i personaggi sono davvero unici e ben caratterizzati, impossibile non amarli. Senza farvi anticipazioni, Gabriel ruota intorno al progetto Vespro, che si occupa di viaggi nel tempo, ma non solo! In questo volume i personaggi avranno a che fare con streghe vendicative e un orfanotrofio in cui si verificano strani omicidi... avventura e oscurità non mancano di certo. So di ripetermi, ma la Legione Segreta riesce sempre a farmi fantasticare, non riesco a non sognare ad occhi aperti e a pensare che se esistesse davvero - e chi sono io per dire che non è così? - nella vita vorrei assolutamente fare la legionaria! Magia, tecnologia, leggende e viaggi nello spazio sono solo una piccola parte di quello che offre questa saga che, vi ricordo è adatta ad un pubblico adulto e rientra nel genere storico-fantascientifico. Non stiamo parlando di avventure leggere per ragazzi, ma di romanzi intensi, che affrontano tematiche difficili in maniera sincera. I volumi di Legione riescono sempre a scavarmi dentro qualcosa, facendomi riflettere, ma anche emozionare e divertire. Se amate i misteri, la magia e l'avventura non potete perdervi questa saga, io continuo a trovarla una delle più valide e meglio scritte in circolazione. Datele una chance soprattutto se siete lettori curiosi e attenti ai dettagli, perché dietro a questi volumi c'è un grande lavoro di ricerca, niente è lasciato al caso e i riferimenti storici sono davvero affascinanti. Per il momento vi lascio, ma tornerò a breve con la recensione di Susanna, il terzo volume della serie. Vi anticipo che è incentrato sui viaggi interstellari e che l'ho amato follemente, non vedo l'ora di parlarvene!


Spero che questa recensione vi sia stata utile!
Conoscevate già la saga? Vi ispira?

venerdì 14 febbraio 2020

Recensione "Non farti incastrare a Natale" di Angelica Elisa Moranelli

Buongiorno Lettori e buon venerdì! Oggi introduzione velocissima perché, esattamente come lo scorso anno, sono sopravvissuta a quasi tutto l'inverno senza neanche un raffreddore, e a metà febbraio mi tocca l'influenza. Accendo il computer giusto il tempo di mettere online questa recensione e poi me ne torno a letto a lamentarmi. Voi riuscite a leggere e guardare serie Tv quando state male? Perché per me è fuori questione, quindi allo schifo dell'influenza si aggiunge pure la noia. Ma tornando a noi, non mi sono certo dimenticata che oggi è San Valentino! Non ho dei grandi Romance da consigliarvi, ma il titolo di cui sto per parlarvi ha come tema principale proprio quello dell'amore... amore un po' folle e disastroso, ma decisamente realistico e coinvolgente!


Tra poco è Natale e tutto va bene.
Stra-maledettamente bene.
E questo significa che ci sono guai in vista.

Titolo: Non farti incastrare a Natale
Serie: Dafne e l'Amore vol.3
Autore: Angelica Elisa Moranelli
Prezzo: 10,00€ (1,50€ ebook)
Pagine: 168
Pubblicazione: 2019
Editore: selfpublishing



Trama: Le cose, per Dafne, vanno decisamente bene. È innamorata e vive con Jim da quasi un anno, lavora in una libreria, scrive tutti i giorni e ha perfino deciso di diventare una persona nuova: non si lascerà mai più dominare dall’istinto, non cercherà più di auto-sabotare la sua relazione e proverà, perfino, a essere gentile con gli altri.Peccato che il Natale perfetto che Dafne sogna rischi di essere cancellato dall’arrivo, inatteso, di un amico di Jim appena mollato dalla moglie che si stabilisce a casa loro, ruba tutta l’attenzione del suo ragazzo e non sembra avere alcuna intenzione di andarsene… Se non vuole farsi incastrare, Dafne dovrà liberarsi dell’ospite sgradito entro Natale e aiutarlo a trovare una nuova fidanzata sembra proprio il piano migliore! Del resto, lei sa tutto dell’amore: cosa potrebbe mai andare storto?

Paranoie, isterie, risate e qualche lacrima nel terzo e ultimo
Natale in compagnia di Dafne, alle prese con l'Amore!


Natale si avvicina, la vita scorre serena e non ci sono nubi all'orizzonte. Che cosa mai potrebbe andare storto? Dato che stiamo parlando di quella scapestrata di Dafne, la risposta ovviamente è TUTTO! Con Non farti incastrare a Natale si conclude questa trilogia Romance - in cui la vena comica batte di gran lunga quella rosa - che mi ha tenuto compagnia per tre anni di fila, regalando un tocco di umorismo alle mie feste. È vero, quest'anno sono arrivata un po' tardi e Natale è ormai passato, ma vi assicuro che le disastrose avventure di Dafne e Jim sono perfette per qualsiasi periodo dell'anno quindi, se pensate che la serie faccia per voi, recuperatela subito, indipendentemente dalla stagione. E niente paura se non siete lettrici - o lettori! - particolarmente romantici, io per prima tollero poco o niente i Romance, ma vi assicuro che i personaggi di questa trilogia sono tutt'altro stereotipati e melensi. In questo volume, come in quelli precedenti, ho apprezzato moltissimo il fatto che Dafne sia davvero realistica e ben caratterizzata perché diciamocelo, le protagoniste perfette danno sui nervi. Penso che invece tutte noi possiamo identificarci in Dafne, almeno in parte. Sboccata, poco incline a socializzare e con un caratteraccio in cui io per prima mi sono rivista molto, trovo che in lei si possa trovare il giusto mix di umorismo, pessimismo e caos che, sotto sotto, c'è in tutte noi. In quest'ultimo capitolo non sono certo mancate le situazioni comiche e imbarazzanti, le figuracce abbondano e le risate anche, ma non fatevi ingannare, attraverso i deliranti guai in cui i personaggi vanno a cacciarsi l'autrice è riuscita ad affrontare anche alcune tematiche più serie e interessanti. Il testo non ne risulta mai appesantito, ma permette al lettore di fare qualche riflessione interessante e, lo ammetto, giunta alla fine un po' mi sono commossa. Non farti incastrare a Natale è un volume decisamente approvato, frizzante quanto basta per farti fare un sacco di risate, ma che al tempo stesso sa regalare emozioni autentiche. È il tipo di lettura che amo fare nei periodi stressanti, quando voglio staccare la spina e rifugiarmi in una storia che mi faccia ridere e fantasticare, ma senza rinunciare alla qualità.  Consigliatissimo se siete alla ricerca di una storia d'amore e di disavventure fuori dagli schemi, esilarante e appassionante, da leggere - o regalare - a Natale, San Valentino o altre festività a vostra scelta: con Dafne si va sempre sul sicuro! Salutare lei e Jim è stato strano e un po' triste, ma sono soddisfatta di come si è conclusa la storia, ho la sensazione di averli accompagnati per un tratto della loro vita e adesso, giustamente, sono pronti a proseguire da soli. Sicuramente in futuro rileggerò la trilogia, magari questa volta tutta d'un fiato, e ho già una lista di amiche a cui intendo regalarla!


Cosa ne pensate di questa serie?
Vi piacerebbe leggerla