martedì 7 dicembre 2021

Recensione "Il bambino argento" di Kristina Ohlsson

Buongiorno Lettori e buon martedì, come state? Finalmente torno operativa dopo una settimana di fermo - ho avuto Tristan a casa con l'influenza e il marito in smart working - e niente, quando non sono da sola perdo i miei ritmi e non riesco a concludere nulla, quindi sono rimasta ferma con scrittura e post, ma oggi dedicherò la giornata a recuperare quello che posso, e iniziamo proprio con la recensione del titolo che ho letto a novembre per la challenge Rispolvera un libro!



"Una storia ai confini della realtà, molto dark, piena di suspense, dove i detective sono tre ragazzini che risolvono un mistero."

Titolo: Il bambino argento
Autore: Kristina Ohlsson
Prezzo: 13,90€
Pagine: 176
Pubblicazione: 2017
Editore: Salani


Trama: Era da tempo immemorabile che a novembre non nevicava a Åhus. Adesso però il suolo è candido di neve e il fiume è ghiacciato al punto giusto per poterci pattinare sopra. Aladdin e Billie, come tutti i ragazzi della città, ne sono entusiasti. Ma non durerà a lungo: una serie di eventi, apparentemente non collegati, sembra minare per sempre le loro sicurezze. Un misterioso barcone appare da un giorno all’altro nel porto della città, e un’inquietante presenza comincia a rubare del cibo intrufolandosi ogni notte nel ristorante dei genitori di Aladdin, che stanno per prendere una decisione disperata. Antiche, sanguinose storie di crimini, di follia e di sfarzosi tesori perduti tornano alla luce, e poi c’è quello strano bambino sconosciuto che appare e scompare nel nulla e che non lascia impronte sulla neve, proprio come un fantasma… Il tempo stringe, gli adulti sembrano troppo presi dai loro problemi di ogni giorno per riconoscere quali sono quelli veri, quindi starà ai due amici cercare di risolvere un caso che, da qualsiasi parte lo si guardi, risulta molto, molto più grande e pericoloso di loro…


Chi è il bambino in pantaloncini corti che sembra
seguirti e non lascia tracce sulla neve?

Con il mio solito ritardo, sono finalmente riuscita a recuperare questa lettura che mi aspettava sullo scaffale da troppo tempo. Stiamo parlando de Il bambino argento, secondo volume di una trilogia Mystery per ragazzi, iniziata con Bambini di cristallo, che avevo letto con piacere qualche anno fa. In questo volume ritroviamo Billie e Aladdin alle prese con una nuova avventura con un pizzico di paranormale: i due amici si troveranno ad indagare sulla scomparsa di cibo dal ristorante gestito dai genitori di Aladdin, e su un prezioso tesoro scomparso tanto tempo prima. Come se non bastasse, un misterioso bambino in pantaloncini appare e scompare in città, senza lasciare impronte sulle neve.
Sullo sfondo di una Svezia invernale, Il bambino argento si è rivelata una piacevole lettura da divorare in poche ore sotto una bella coperta calda, con una tazza di tè in mano. Anche dopo tanti anni è stato molto divertente ritrovare i due protagonisti e accompagnarli pagina dopo pagina verso la risoluzione del mistero, la Ohlsson dimostra di essere un'ottima autrice di Thriller non solo per adulti, ma anche per ragazzi. Questo romanzo segue tutte le linee di un giallo classico, invoglia il lettore a raccogliere indizi e dettagli insieme a Billie e Aladdin e lo stile scorrevole rende praticamente impossibile chiudere il volume prima di essere arrivati all'ultima pagina.
Come nel caso del primo volume, le avventure dei nostri giovani amici sono piuttosto brevi, parliamo quindi di un mistero non troppo complesso né intricato, pensato per lettori dagli 11 anni in su. Per un lettore adulto non è difficile intuire fin dall'inizio la risoluzione di tutta la vicenda, ma questo non rende l'esperienza meno piacevole o avvincente, purché ovviamente si tenga conto del target.
Quindi, per un lettore più esperto il rischio di arrivare a risolvere il mistero ben prima dei protagonisti è piuttosto alto, ma secondo me ci si può divertire comunque a leggere tutto d'un fiato questo piacevole Mystery dalle tinte fredde e invernali. Io ho particolarmente apprezzato come l'autrice, oltre al tesoro scomparso e al bambino misterioso, sia riuscita ad inserire temi attuali e importanti, come la crisi economica e la solidarietà nei confronti dei profughi.
In conclusione, anche se sono fuori target da un bel pezzo, sono contenta di aver finalmente recuperato questa avventura e non vedo l'ora di mettere le mani sul terzo volume, che avrà come protagonista Simona, affiancata come sempre dai fedeli amici Billie e Aladdin.

Fatemi sapere se conoscete questa serie per ragazzi o se vi incuriosisce e vorreste leggerla!

mercoledì 1 dicembre 2021

WWW Wednesday #22 - 2021

Buongiorno Lettori e buon mercoledì, come state? Ma soprattutto, come avete accolto l'arrivo di dicembre? Io non vedevo l'ora che iniziasse il mese per fare l'albero e decorare casa, quest'anno non ho proprio voglia di aspettare l'8, in più mio marito sta lavorando in smart working e anche Tristan è a casa con un po' di raffreddore, quindi approfitteremo della giornata tranquilla per dedicarci a decorazioni e calendari dell'Avvento. Voi siete più elfi di Babbo Natale o Grinch? Se vi va fatemelo sapere nei commenti, adesso vi lascio agli aggiornamenti di lettura della settimana!



Insieme alla mia compagna di avventure Alice Chimera ho iniziato Anna dell'isola, il terzo volume della serie! Entrambe lo stiamo letteralmente divorando, trovo che la storia stia diventando più matura e anche se mi spiace vedere sempre meno la meravigliosa Avonlea, seguire Anna nel suo percorso di crescita è sempre divertente e sono curiosa di proseguire con la saga.







Questo mese ho avuto il piacere di partecipare al Review Tour di Aki il Bakeneko e il risveglio della sacerdotessa, terzo e penultimo volume della serie Fantasy orientale scritta da Stefania e illustrata da sua sorella Paola. Se amate il Giappone e cercate delle avventure brevi e appassionanti vi consiglio di recuperare la serie!

Proprio ieri, divorato in un pomeriggio, ho letto Ti ho visto guardare il mare, gentile omaggio dell'autore che ho molto apprezzato. Non mi sbilancio troppo perché settimana prossima pubblicherò la recensione, ma sono proprio contenta di averlo letto!

Per la challenge 12 parole per 12 libri di novembre ho deciso di rileggere Storie del bosco antico di Mauro Corona, che avevo già apprezzato ma di cui ricordavo davvero poco. Non credo che lo recensirò, ma è una raccolta di storie dedicate agli animali e alla natura davvero carina.

Per la challenge Rispolvera un libro invece ho letto Il bambino argento di Kristina Ohlsson, secondo volume di una trilogia paranormale/horror per ragazzi. Come era già successo per il primo volume, ho trovato la lettura molto scorrevole e leggera, ve ne parlerò a breve in una recensione.







Per la challenge Rispolvera un libro di dicembre ho deciso di leggere Ti ricordi di me? della Kinsella, autrice molto amata di cui in vita mia ho letto solo un romanzo, diversi anni fa. In casa però ne ho parecchi, tutti collezionati dall'usato, ed è arrivato il momento di rispolverarne qualcuno dallo scaffale! Spero di aver scelto bene, voi lo avete letto?

Cosa ne pensate delle mie letture?
E voi che cosa state leggendo?

venerdì 26 novembre 2021

5 cose che - 5 libri che vorrei leggere prima della fine dell'anno

Buongiorno Lettori e buon venerdì, come state? Negli ultimi tempi non sono riuscita a portarvi sul blog questa simpatica rubrica, ma l'argomento di oggi è molto interessante, nonché un buon modo di tirare un po' le somme, quindi sono molto contenta di tenervi compagnia con una nuova puntata di 5 cose che! Se vi va fatemi sapere cosa ne pensate dei titoli che ho citato e quali sono i vostri!



5 LIBRI CHE VORREI LEGGERE PRIMA DELLA FINE DELL'ANNO

Tra i titoli che leggerò sicuramente entro la fine dell'anno c'è Anna dell'isola, il terzo volume della serie. Ho in programma di iniziarlo proprio in questi giorni insieme ad Alice, che mi ha accompagnata anche durante la lettura dei primi due volumi. Per una volta mi sono portata avanti e ho già deciso cosa leggere per le due challenge di dicembre! Per Rispolvera un libro mi butterò su Ti ricordi di me? della Kinsella, che sembra molto carino e leggero - e prende polvere sul mio scaffale da non so quanti anni - per 12 parole per 12 libri invece ho scelto Bianco di Laura Bonalumi, un thriller per ragazzi che mi incuriosisce molto.




Come anticipato nell'ultimo post dedicato agli aggiornamenti di lettura ho in programma di iniziare a breve Ti ho visto guardare il mare di Federico Iannaccone, gentilissimo omaggio dell'autore che non vedo l'ora di ritrovare in questa storia. A dicembre, infine, mi piacerebbe leggere La notte prima di Natale di Nikolaj Gogol' che mi sembra perfetto per il periodo delle feste, anche se non so esattamente cosa aspettarmi.
Cosa ne pensate dei titoli che vorrei leggere entro fine anno? E voi che cosa avete inserito nella TBR di dicembre?

mercoledì 24 novembre 2021

Recensione "Aki il Bakeneko e il risveglio della sacerdotessa" di Stefania Siano

Buongiorno Lettori e buon mercoledì, come state? Non so neanche più da quanto tempo è che non partecipo ad un evento per l'uscita di un libro insieme alle mie colleghe blogger, quindi oggi sono davvero felice di prendere parte a questo progetto! Sto parlando ovviamente del Review Tour dedicato al terzo volume di Aki il Bakeneko, di cui non vedo l'ora di parlarvi.




Titolo: Aki il Bakeneko e il risveglio della sacerdotessa
Autore: Stefania Siano
Serie: Aki il Bakeneko #3
Illustrazioni: Paola Siano
Prezzo: 9,00€
Pagine: 120
Pubblicazione: 2021
Editore: Self Publishing


Trama: Ti disprezzo!”, “Sei un assassino!”, “Ti odio!” Aki è tormentato dalle parole di rabbia di Yoko, ma è fermamente convinto nel volerla aiutare nel suo percorso. In un’atmosfera di incertezze e incomprensioni, a peggiorare la situazione sarà un demone misterioso che bloccherà Aki e i suoi amici in un tempo passato. Un luogo antico dove ha vissuto, per un periodo, il monaco Miroku.



Oggi, a distanza di un anno dall'ultima volta che ho avuto il piacere di parlarvi di questa adorabile serie di racconti, torniamo a dedicarci alle avventure di Aki il Bakeneko, questa volta in occasione dell'uscita del terzo e penultimo volume della saga: Il risveglio della sacerdotessa.
Scritti da Stefania Siano e illustrati dalla sorella Paola, nel corso della storia abbiamo imparato ad affezionarci ai personaggi e a fare il tifo per loro, seguendoli nei vari volumi della serie. In questi anni ho apprezzato molto il modo in cui tutto ciò che riguarda Aki è maturato: lo stile dell'autrice, la caratterizzazione dei personaggi e la complessità della trama, che si fa sempre più avvincente e ricca di pericoli. Questo terzo volume, in particolare, è riuscito a tenermi con il fiato sospeso fino all'ultima pagina, e non è una cosa scontata quando si tratta di racconti, dato che in genere non sono un'amante delle storie così brevi. Stefania però è abilissima nel catapultare il lettore nel bel mezzo dell'avventura, e a catturare immediatamente l'interesse e l'attenzione con uno stile sempre più pulito e incisivo.
Parlare della trama è davvero difficile quando si tratta di racconti, il rischio di fare spoiler è dietro l'angolo e per niente al mondo vorrei rovinarvi il divertimento di accompagnare Aki, Yoko, Koichi e tutti gli altri personaggi in questa nuova avventura, ma posso dirvi che le cose si fanno sempre più intriganti, sia per quanto riguarda la storia che nelle relazioni tra i protagonisti. Ormai sono davvero affezionata a tutti loro e vederli alle prese con pericolosi demoni, dimensioni misteriose e problemi di cuore è sempre emozionante e interessante.
Ad accompagnare il testo sono presenti le meravigliose illustrazioni di Paola Siano, che in questo volume si è davvero superata, riuscendo a catturare l'anima della storia nelle tavole in bianco e nero che ormai contraddistinguono la serie di Aki e che rendono ancora più viva la lettura.
Per quanto mi riguarda vi consiglio di recuperare questa serie di racconti di genere Fantasy orientale se amate il Giappone, i manga e siete alla ricerca di una lettura scorrevole e di intrattenimento. Aki il Bakeneko saprà farvi ridere, ma anche commuovere, perché se c'è una cosa che l'autrice sa fare bene è bilanciare ironia e malinconia per dare vita a una storia divertente, ma che affronta anche tematiche come il coraggio, l'amore e l'amicizia.
Adesso non ci resta che aspettare l'uscita del quarto e ultimo volume della serie per scoprire come si concluderanno le avventure dei nostri amici!