lunedì 4 giugno 2018

Recensione "Tua per sempre, Lara Jean"

Buongiorno Lettori e buon inizio settimana, come state? Mentre voi leggete questo post noi saremo dal pediatra con Tristan per un controllo, la scorsa settimana ha preso una botta al naso e iniziavamo a temere fosse fratturato, ma per fortuna non lo è. Inoltre, piccola novità, ho finalmente preso un nuovo portatile quindi cercherò di tornare più attiva sia qui sul blog che nei vostri angolini. E per inaugurare il pc cosa c'è di meglio di una bella recensione positiva della mia ultima lettura?


Immagino che tutto sia cominciato con una
lettera d'amore che non pensavo di spedire.

Titolo: Tua per sempre, Lara Jean
Autore: Jenny Han
Prezzo: 16,00€
Pagine: 336
Pubblicazione: aprile 2018
Editore: Piemme



Trama: Lara Jean sta vivendo il miglior ultimo anno di liceo che una ragazza possa sognare. È perdutamente innamorata del suo fidanzato, Peter, con cui andrà in gita a New York e poi al mare per un'intera settimana. Dopo il matrimonio di papà con la signora Rothschild, frequenterà un'università così vicina da poter tornare a casa ogni weekend a sfornare torte al cioccolato. Purtroppo, però, il destino ha altri piani, e Lara Jean, che detesta il cambiamento più di qualsiasi altra cosa, dovrà ripensare al proprio futuro. Quando il cuore e la testa dicono cose diverse, chi si dovrebbe ascoltare?

È questo che succede? Ti innamori e niente sembra più davvero spaventoso.
Anzi, la vita si riempie di possibilità?

Quando anni fa mi sono avvicinata a questa trilogia ero piuttosto titubante. In passato ero rimasta parecchio delusa dalla Summer Trilogy, nata dalla penna della stessa autrice, ma le avventure della dolce Lara Jean mi avevano subito conquistata, e così era stato anche per il secondo volume. La prima domanda che mi sono posta quando ho saputo che si sarebbe aggiunto un terzo e ultimo capitolo, in tutta onestà, è stata: è necessario? La risposta è no. Nel senso che proprio a livello di trama e di contenuto questo volume avrebbe tranquillamente potuto non esistere e a noi non avrebbe fatto differenza. Questo però non mi ha impedito di apprezzarlo, anzi, in Tua per sempre, Lara Jean ho ritrovato la tenerezza e i valori che caratterizzavano i primi due volumi e la cosa mi è piaciuta molto. Tutti i personaggi restano coerenti con se stessi, interessanti e originali, esattamente come li avevamo conosciuti nei precedenti romanzi, cosa per me fondamentale visto che è proprio sui loro rapporti e le loro vite che la trilogia si concentra. Sulla trama naturalmente non vi dirò molto essendo il capitolo conclusivo, quello che posso dirvi è che sì, il romanzo mi è piaciuto e ne sono uscita soddisfatta. I ma però non mancano, ve lo dico subito. La cosa che più mi ha lasciato perplessa è che fondamentalmente in queste 336 pagine non succede assolutamente niente. Jenny Han ci mostra in maniera sempre delicata e semplice come trascorre la vita della nostra Lara Jean, che si destreggia tra il matrimonio del padre, il ragazzo di cui è innamoratissima e la difficile scelta dell'università. A ben vedere però tutti questi eventi, che di base potevano essere interessanti, scivolano via senza lasciare molto. Capirete quindi il mio sgomento quando, a lettura terminata, ho dovuto di ammettere che il romanzo mi era piaciuto comunque. Ebbene sì, lo ripeto, nonostante la storia sia praticamente priva di contenuti io a seguire le disavventure di Lara Jean mi sono divertita ed emozionata. Mi ha riportato ai tempi delle prime cotte e alla paura di crescere, ma non solo.

Le famiglie si stringono e si allargano.
E l'unica cosa che si può fare è esserne felici.

La cosa che preferisco di questa trilogia, al contrario delle altre saghe in circolazione, è che il suo punto forte sono proprio le piccole cose, quelle di tutti i giorni. In genere nei romanzi si preferisce dare importanza all'avventura vissuta dai protagonista e lo spazio per parlare di cose semplici come il cibo e i gesti quotidiani si riduce al minimo. Nel caso della Han è l'esatto contrario, la sua trilogia vive di scene semplici e famigliari, concentrandosi proprio sulle piccole difficoltà che ogni giorno dobbiamo affrontare. Un altro argomento su cui l'autrice si focalizza molto è l'importanza della famiglia, ma soprattutto sul significato di questa parola. Attraverso Peter e Lara Jean  la Han ci mostra cosa vuol dire crescere senza un genitore e affronta diversi problemi legati all'adolescenza e all'ingresso nell'età adulta, cosa che apprezzo sempre. Ripensandoci credo che questo terzo volume non rappresenti una vera e propria conclusione, volendo si potrebbe andare avanti a vita a scrivere romanzi su Lara Jean e sui personaggi che la circondano, proprio perché la Han altro non fa che narrarci le giornate di questa giovane donna, e se da un lato avrei preferito un finale più intenso e definitivo, dall'altro sono soddisfatta così. Leggere questa trilogia significa accompagnare Lara Jean lungo un pezzo della sua vita e assistere alle sue esperienze, che spesso mi hanno fatto sorridere e tante altre riflettere. Come avrete capito è una serie che vi consiglio se cercate una lettura scorrevolissima, leggera e tenera, fatta di biscotti, amore, affetto e crescita, capace di tenervi compagnia per qualche ora e di strapparvi un sorriso e un po' di malinconia per i tempi andati.


E voi lo avete già letto?

19 commenti:

  1. Ciaooo!
    Ti ho nominata per il My World Award 2018!
    Se ti va di partecipare ti lascio il link del mio post:
    https://unabuonalettura.blogspot.com/2018/06/my-world-award-2018.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Awww grazie mille, passo subito a leggere il post! :D

      Elimina
  2. Mi piacerebbe tanto cominciare questa serie, vedremo un po' quanto tempo passerà prima che lo faccia xD!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari prima o poi Piemme farà uscire la trilogia completa o i singoli volumi in versione economica, chissà :) comunque penso che la apprezzeresti!

      Elimina
  3. Lo sto leggendo anche io in questi giorni! All'inizio sembrava non prendermi, poi è successo un fatto... che saprai... che mi ha spiazzata. Ora mi mancano un centinaio di pagine. Comunque non voglio che finisca, mi ci sono davvero affezionata a Lara Jean è a Kitty.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simo! Uhm, a dire la verità in questo volume non c'è assolutamente nulla che mi abbia spiazzata quindi non so bene a quale evento ti riferisci però sono contenta che ti stia piacendo :D anche a me da un lato dispiace che sia l'ultimo, Lara Jean è adorabile e Kitty mi sarebbe piaciuto vederla da adolescente, chissà che peperino!

      Elimina
  4. Credo che inizierò anche io la serie, sembra carina! La aggiungo nella mia lista (..infinita..) di libri da leggere! Una bellissima recensione come sempre Seli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che il post ti sia piaciuto! Se hai voglia di qualcosa di leggero e dolce è una trilogia che ti consiglio senza dubbio :D

      Elimina
  5. Concordo con te Seli, la serie poteva benissimo fermarsi a due volumi, ma resta il fatto che è una delle storie YA più tenere e cariNe in circolazione. Cosa che ho apprezzato anche io, è proprio la semplicità descritta dalla Han, con i gesti quotidiani, che mancano QUASI totalmente di solito nei romanzi, eppure si, mostrare che ogni tanto anche i protagonisti letterari fanno cose come pranzare o mettersi il pigiama, ci vuole!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, non so come sia possibile che un volume tanto inutile sia al tempo stesso così delizioso, ma è proprio così xD i piccoli gesti sono sicuramente il punto forte della serie, in genere non c'è mai tempo per queste cose, vedere per una volta i personaggi alle prese con cose come lavarsi i denti e cucinare è proprio carino!

      Elimina
  6. Io lo sto leggendo adesso, lo sto per finire e devo dire che mi sta piacendo più dei primi due. Più maturo, il romanzo e anche i personaggi. Spero abbia una conclusione degna. Non appena lo finirò leggerò la tua recensione, intanto ci tenevo a lasciarti un commento per dirti che, appunto, lo sto leggendo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero, a livello di temi trattati è sicuramente il volume più maturo, vedere i personaggi crescere è sempre una bella cosa :) allora aspetto di sapere il tuo parere quando lo terminerai!

      Elimina
  7. Ciao Seli!
    Devo ammettere che questa serie non m'ispira più di tanto quindi non credo avrò mai modo di leggerla... ma mai dire mai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cry! Non è nemmeno il mio genere, però a dispetto di tutto mi è piaciuta parecchio come trilogia, se prima o poi ti capita dalle una chance :)

      Elimina
  8. Ci vogliono libri così ogni tanto.
    Mi sono trovata anch'io ad apprezzare storie molto morbide e prive di avventure, ma molto piacevoli. Le trovo molto rilassanti soprattutto dopo libri più complessi.
    Complimenti comunque per le tue recensioni, trasudano piacere per la lettura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È proprio vero, leggere queste storie dolci e semplici a volte fa bene al cuore :)

      Elimina
  9. Immaginavo che non avesse avuto senso inserire un terzo libro, però sono felice che ti sia piaciuto. Non vedo l'ora di leggerlo anche io!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A modo suo è comunque bello, che poi non ce ne fosse bisogno è un'altra storia xD

      Elimina

Se volete restare anonimi, firmate anche con un nome qualsiasi: saprò a chi rivolgermi quando risponderò ai vostri commenti!