venerdì 9 novembre 2012

Recensione: "Ho così tanto da dirti"

Qual è il segreto per ricominciare?

Titolo: Ho così tanto da dirti
Autore: John Marsden
Prezzo: 8,00 euro
Pagine: 152
Data di pubblicazione: 2007
Editore: Mondadori

Trama:
Marina è rimasta sfigurata a causa di un incidente. Da quel giorno ha smesso di parlare, ma non di scrivere il suo prezioso diario. La possibilità di far parte della redazione del giornale della scuola, accende di nuovo il suo entusiasmo.

Stelle: 3,5/5


La mia recensione:
So much to tell you, titolo originale del romanzo, è il primo libro scritto da John Marsden, autore che abbiamo avuto modo di conoscere lo scorso anno, grazie all'uscita del libro e del film Il domani che verrà.
Se nella famosa serie si parlava di guerra e di distruzione, in Ho così tanto da dirti ci troviamo di fronte a qualcosa di totalmente diverso: il silenzio.
Marina ha quattordici anni, e ha perso la voce. Dopo essere stata sfigurata in volto dal padre, ha smesso completamente di parlare. Il suo unico modo di esprimersi è un diario, e proprio attraverso queste pagine ci viene raccontata la sua storia, i suoi pensieri, i suoi periodi bui.
I pensieri di una ragazza che non riconosce più il suo volto allo specchio scorrono con dolore e rabbia sulla carta, senza però trovare il modo di trasformarsi in parole.. ma il dolore non dura per sempre, e Marina troverà il coraggio di affrontare la vita con un nuovo viso.

Sono una persona diversa. Non so chi, ma un'altra. Una volta ho cercato di dire a me stessa che quello che più conta è ciò che si ha dentro, ma non ha funzionato tanto bene, perché sapevo di essere cambiata anche dentro.

Un romanzo davvero scorrevole, adatto anche a chi, solitamente, non ama i diari. Lo stile dell'autore è fresco e giovanile, riesci a trattare un tema tanto forte con delicatezza, in modo reale ma non crudo, e ci insegna che la nostra voce è sempre lì, dobbiamo solo trovare il modo di usarla.
Consigli:
Cibo/bevanda: succo di frutta
Da leggere: di pomeriggio
Voglia di: coraggio

2 commenti:

Se volete restare anonimi, firmate anche con un nome qualsiasi: saprò a chi rivolgermi quando risponderò ai vostri commenti!