venerdì 9 settembre 2016

Recensione "Bambini di cristallo", Kristina Ohlsson

Buon venerdì Lettori, iniziate a sentire il profumo dell'autunno nell'aria? Io non vedo l'ora che arrivi, è la mia stagione preferita e porta con sé tanti compleanni e feste che adoro... ma ora mi do una calmata perché la mia mente è già proiettata verso il 31 Ottobre e non si fa così, insomma. Dunque, oggi per concludere bene questa settimana vi parlo di un romanzo che ho apprezzato moltissimo, scritto da un'autrice svedese che vanta già diverse pubblicazioni per adulti, alcune tradotte anche in Italia da Piemme e finite dritte nella mia WL!

 Due amici, una casa dall'oscuro passato,
una piccola città dove niente è quello che sembra.


Titolo: Bambini di cristallo
Autore: Kristina Ohlsson
Prezzo: 13,90 €
Pagine: 169
Pubblicazione: 2015
Editore: Salani
Valutazione 

Trama: A Billie non piace affatto la nuova casa in cui si è trasferita con sua madre. Mobili tarlati e oggetti polverosi, resti spettrali dei precedenti inquilini, riempiono la vecchia abitazione, la vernice si scrosta dai muri e ovunque c'è un odore particolare, come se nessuno la abitasse da parecchio tempo. Ma non solo: strane cose accadono, specialmente di notte, quando tutti dormono. Tutti tranne Billie che, con gli occhi sbarrati nell'oscurità, sente con crescente terrore inquietanti rumori sul tetto, e movimenti misteriosi che provengono dal piano di sotto. I vicini e la comunità locale stanno nascondendo qualcosa, un segreto sull'edificio e sul suo passato. Quando appaiono dal nulla due misteriose statuette di cristallo il mistero si infittisce, ma la madre di Billie pensa che si tratti solo di fantasie della figlia e del suo nuovo amico Aladdin. Così i due ragazzi si troveranno a fare i conti da soli con la tragica storia della casa...

Quando ero una ragazzina non amavo particolarmente i romanzi paurosi. Mi sono cimentata nella lettura di qualche volume dei famosi Piccoli Brividi, senza apprezzarli, e crescendo la passione per il genere horror e thriller non si è mai fatta vedere. Ora, da adulta, ci sono alcune storie che hanno saputo regalarmi qualche brivido e che mi sono piaciute, ma continuo ad essere terribilmente suggestionabile - io sono quella che vede un film horror all'anno e non dorme per un mese - e preferisco buttarmi sui romanzi per ragazzi. Bambini di cristallo, oltre ad essere stato al primo posto nelle classifiche del 2014, è infatti una storia destinata ai più giovani, l'età di lettura consigliata parte dagli 11 anni in su. Se siete alla ricerca di un horror che vi tolga il sonno, quindi, questo non è il libro per voi. Se però vi piacciono le storie scorrevoli, ben strutturate e misteriose, allora vi consiglio di dargli una chance, potrebbe davvero sorprendervi!
Tralasciando la copertina meravigliosa e azzeccata, Bambini di cristallo è un romanzo piuttosto breve, che si lascia divorare in poche ore e offre una storia molto coinvolgente, anche se leggera. La protagonista è la giovane Billie, che insieme alla madre si è appena trasferita in una vecchia e sinistra casa dipinta di azzurro... ma fin da subito è chiaro che qualcosa non va. Oggetti che si spostano, impronte nella polvere, porte che sbattono e il suono di unghie che grattano sui vetri, tutto ciò non lascia presagire niente di buono! Insieme all'amico Aladdin la ragazzina inizierà ad indagare sul mistero che aleggia nella casa, scoprendo fatti sempre più inquietanti.

Poi vide una cosa che le fece dimenticare il rumore. Il lampadario del soggiorno. Si muoveva. Dondolava lentamente da una parte all'altra, come il pendolo di un vecchio orologio. Sarà il vento che arriva dalla finestra, pensò Billie.
Ma nel soggiorno non c'erano finestre aperte.

Billie e Aladdin mi sono piaciuti molto come personaggi, la giovane età non impedisce loro di indagare sulla casa in maniera intelligente, sanno porsi le giuste domande e trovano sempre modi ingegnosi per ottenere le risposte, l'autrice semina un indizio alla volta e riesce a far crescere la curiosità del lettore, sono rimasta con il naso incollato alle pagine tutta la notte per terminare il libro e scoprire l'oscuro segreto della casa azzurra! Forse l'ho letto al momento giusto, non lo so, ma mi ci sono davvero appassionata e avrei voluto che fosse più lungo... non temete però, pur essendo molto breve la trama è sviluppata in maniera davvero soddisfacente, non gli manca proprio nulla!
L'autrice ha saputo dare vita non solo a una grande avventura, che regala qualche brivido, ma anche a una storia di amicizia che affronta temi delicati come la perdita di un genitore e la paura di un grande cambiamento, come può essere appunto quello di un trasferimento. Il rapporto che Billie ha con la mamma non è sempre tutto rose e fiori, trovo che la psicologia dei personaggi e la loro caratterizzazione sia molto curata, è una storia che nella sua semplicità cerca di parlare al cuore degli adolescenti, ma anche dei genitori.
Una lettura veloce e accattivante, che parla di fiducia e segreti, indicata per chi desidera avvicinarsi al thriller senza spaventarsi troppo, ci ho ritrovato le atmosfere cupe ma ben descritte di Doll Bones - La bambola di ossa, di Holly Black, che avevo adorato. Un punto a suo favore è sicuramente l'esperienza dell'autrice, che ha già pubblicato thriller di successo destinati ad un pubblico adulto... insomma, anche quando scrive per ragazzi si vede che sa quello che fa, leggerò sicuramente qualche altro suo lavoro!

Image and video hosting by TinyPic
Genere: Thriller per ragazzi
Della stessa autrice: Indesiderata (Piemme 2011)
Se questo libro ti è piaciuto leggi: Doll Bones, di Holly Black

17 commenti:

  1. Non conoscevo questo libro o.o mi sembra molto carino e interessante, grazie per il consiglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Christy! Pur essendo recente ne hanno parlato davvero poco, è davvero un peccato perché secondo merita, se ti piacciono le storie per ragazzi te lo consiglio :)

      Elimina
  2. Bellissima recensione ora mi viene la curiosità sicuramente me lo farò regalare :) ma la copertina originale è spettacolare l'adoro più di quella che ha scelto la salani *O*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La copertina che ho inserito è quella inglese, la adoro :) quella originale è svedese. Anche quella di Salani è molto carina, anche se meno evocativa.

      Elimina
  3. Ora che hai fatto la recensione ho capito che non si tratta solo di un libro dalla bella copertina. Sembra molto interessante, da mettere nella WL.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì è davvero un'avventura carina, semplice ma coinvolgente :)

      Elimina
  4. Con il paragone su "Doll bones" hai catturato la mia attenzione! Prendo carta e penna e comincio a segnarmi il titolo di questo nuovo romanzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che ho preferito Doll Bones - ma sono di parte, amo la Black! - ma come genere sono molto simili, se lo leggi fammi sapere che ne pensi :)

      Elimina
  5. Titolo accattivante. Bella copertina. Ora dopo la tua recensione ho scoperto che è pure un bel libro (almeno per quanto riguarda i miei gusti). --> Devo assolutamente leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio, come lettura leggera è perfetta... particolare e ben scritta :)

      Elimina
  6. Ciao Seli!
    Inutile dire che l'ho messo nella mia lista dei desideri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cry! Se lo prendi fammelo sapere, il prezzo è un pochino alto, ma magari si trova usato :)

      Elimina
  7. Wow Rowan penso che lo comprerò presto <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo Ely, è un romanzo semplicissimo ma secondo me merita :D

      Elimina
  8. Wow, ha una trama molto affascinante :)
    Dal mio canto c'è da dire che gli horror sono proprio il mio forte ma apprezzo anche i libri con sfumature un po' più soft. Se lo becco in libreria lo recupero di sicuro ;)

    RispondiElimina
  9. Insomma.. sto via due mesi e tu recensisci SOLO libri che mi ispirano?!??!? Ma che stregoneria è mai questa?!??!?!?!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma cosa credi, guarda che l'ho fatto apposta! Così la prossima volta ci pensi prima di sparire per due mesi dalla blogsfera :P

      Elimina

Se volete restare anonimi, firmate anche con un nome qualsiasi: saprò a chi rivolgermi quando risponderò ai vostri commenti!