venerdì 3 giugno 2016

Recensione "Firebird-La difesa" di Claudia Gray

Buon venerdì Lettori! Oggi mi aspettano le pulizie di casa, ma sono felice di poter iniziare la giornata lasciandovi questa nuovissima recensione, scritta un po' di getto, lo ammetto! Volevo aspettare di metabolizzarlo ma non ho resistito, quindi vi lascio alla scheda del romanzo e poi al mio parere, che è decisamente positivo. Se anche voi avete letto questa serie fatemelo sapere!

 Benvenuti in un mondo dove niente è come sembra
e l'amore è il mistero più grande.

Titolo: Firebird-La difesa
Serie: Firebird #2
Autore: Claudia Gray
Prezzo: 16,00€
Pagine: 381
Pubblicazione: 2016
Editore: Harlequin Mondadori

Valutazione 
Trama: Marguerite Caine ha fatto l'impossibile, viaggiando in diverse dimensioni con il Firebird, l'invenzione straordinaria che i suoi genitori hanno realizzato con l'aiuto di Paul - che è ora il suo ragazzo - e Theo, un altro brillante studente di fisica. Ma in questo modo è diventata il bersaglio di gente senza scrupoli, che pur di avere libero accesso al Firebird è disposta a rapire, ricattare e persino uccidere. Quando la coscienza di Paul viene frantumata in quattro pezzi e dispersa in diverse dimensioni, Marguerite è disposta a tutto per salvarlo, ma il prezzo per riuscirci rischia di essere troppo alto. Se infatti non saboterà i propri genitori nelle diverse dimensioni, Paul sarà perso per sempre. Ma ci deve pur essere una via d'uscita! Così Marguerite chiede l'aiuto di Theo. Studiano un piano, ma non sarà facile. Le loro vite, come le vite dei loro alter ego temporali, sono in costante pericolo. Dovranno affrontare una San Francisco dilaniata dalla guerra, il sottosuolo criminale di New York e una Parigi tutta lustrini, in cui un'altra versione di Marguerite nasconde un segreto sconvolgente. Ogni mondo la porta un passo più vicino a salvare Paul, ma lei inizia a farsi domande sul loro destino: davvero è scritto che saranno sempre insieme?


«Quello che ci unisce è un potere più grande di ciascuno di noi due. Qualcosa di più grande del nostro stesso mondo.»

Non mi capita molto spesso di attendere con ansia l'uscita di un romanzo, ma devo ammettere che questa serie è riuscita ad appassionarmi come poche e quindi, con enorme gioia, mi sono buttata su questo secondo volume non appena ho potuto. Facciamo un passo indietro, solo per un momento: Firebird-La caccia, romanzo d'apertura di questa trilogia YA, mi era davvero piaciuto ed era riuscito a sorprendermi, ma non me l'ero sentita di assegnargli più di 3 stelle, nonostante fossi molto curiosa di scoprire come si sarebbe sviluppata la trama nei volumi successivi. Ebbene, La difesa mi ha decisamente convinta! Come immaginavo la storia si fa ancora più intricata in questo capitolo e, dopo un inizio un po' lento ma comunque interessante, sono stata letteralmente risucchiata insieme a Marguerite in questi infiniti mondi e dimensioni.
Sono stata davvero felice di ritrovare i personaggi e di accompagnarli in questa nuova avventura, che si è rivelata appassionante, veloce e piena di colpi di scena. La trama mantiene un buon ritmo dalla prima all'ultima pagina, pregio che mi ha permesso di divorare quasi 400 pagine in un paio di serate, anche perché i continui cambi di scenario e di ambientazione non annoiano mai, non ci sono parti lente o inutili, scorre tutto in maniera coinvolgente e nulla è lasciato al caso.

Diecimila cieli, e un milione di parole da dividere con te,
non basterebbero ancora. Insieme per sempre:
non mi accontenterò di niente di meno.

Come era già successo nel romanzo precedente, le dimensioni parallele inventate dall'autrice mi hanno letteralmente conquistata, l'idea di poter visitare mondi così differenti nel corso di un solo libro mi piace troppo, è un dettaglio capace di regalare molte emozioni. Ho percepito come mia la paura della Marguerite scaraventata in una San Francisco in guerra, dilaniata dai bombardamenti, e il dolore della Marguerite che, nascosta in una Parigi tutta moda e spettacoli, nasconde un grande segreto. Paesi, culture, tecnologie ed epoche si mescolano in questa serie, dando vita a milioni di possibili futuri, di ipotetiche vite.
Di questo volume ho apprezzato moltissimo anche la crescita dei personaggi e la maniera in cui l'autrice, mostrandoci decine di versioni della stessa persona, è stata capace di farmi dubitare di tutti. Ho visto sotto una luce diversa non solo i protagonisti, ma anche i personaggi secondari e, soprattutto l'antagonista. In ogni dimensioni i loro sentimenti e le loro scelte subiscono dei cambiamenti, modificando così il loro stesso carattere. La Gray per me ha sempre e solo un difetto: le sue love story non riescono mai ad appassionarmi del tutto. In questo secondo volume però sono riuscita ad apprezzare molto di più i sentimenti di Marguerite verso Theo e Paul, perché davanti al pericolo e alla guerra, davanti alla possibilità di perdere la vita, i personaggi hanno fatto un grande cambiamento e le loro storie sono diventate più reali. Firebird è una serie in cui l'amore ha un ruolo fondamentale, ma in cui non c'è tempo per le smancerie e questa è la cosa più mi piace, non essendo esattamente una romanticona. Per una buona volta i personaggi danno la priorità alle cose davvero importanti, affrontando insieme decine e decine di vite.
Per concludere, sono rimasta più che soddisfatta! Questo capitolo della trilogia è adrenalinico, veloce, ricco di colpi di scena. Mette i protagonisti davanti a dubbi e situazioni tragiche, ma senza risultare pesante. Se anche voi amate l'avventura e l'azione, ma senza rinunciare a un pizzico di amore, questa serie fa decisamente per voi. Non vedo l'ora di scoprire come si concluderà la storia di Marguerite, Theo e Paul.

Image and video hosting by TinyPic
Della stessa autrice: Evernight Series, Fateful
Genere: YA / distopico / Sci-fi
Sullo stesso tema: Multiversum, L. Patrignani / Attraverso il fuoco, J. Angelini

14 commenti:

  1. Io ho provato a leggere il primo, ma dopo un paio di capitoli non era ancora riuscito a convincermi... proverò a dargli un'altra chance.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jess! Secondo me fai bene a dargli una seconda possibilità, il primo ci mette un po' ad ingranare, le prime 100 pagine ricordo di averle trovate piuttosto noiose infatti, credo sia colpa delle spiegazioni che ha dovuto dare l'autrice sul funzionamento del Firebird e sulle varie dimensioni... una volta superata questa parte un po' tecnica inizia l'avventura *O*

      Elimina
  2. Dovrebbe arrivarmi a giorni, poste volendo .-., e non vedo l'ora di leggerlo ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere cosa ne pensi, spero ti piaccia quanto è piaciuto a me! :D

      Elimina
  3. Le dimensioni parallele mi hanno sempre affascinata; questo potrebbe essere l'ennesimo libro che si aggiunge alla mia lista dei desideri ... non finiranno mai! La copertina di questa edizione mi piace molto e richiama il tema dei mondi paralleli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Erica! Io invece non sono un'amante dei mondi paralleli, ma questa serie mi sta davvero appassionando! Se decidi di leggerla fammi sapere che ne pensi :) le copertine sono molto belle e rispecchiano alla perfezione la storia!

      Elimina
    2. Quando lo leggerò te lo farò sapere! :)

      Elimina
  4. Questa serie mi intriga sempre di più;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È davvero particolare, spero la leggerai presto o tardi :D

      Elimina
  5. Ciao Seli!
    Mi hai convinta, lo devo proprio acquistare assieme al primo volume :-)

    RispondiElimina
  6. Anche io come jess ho provato a leggere questo libro ma mi sono interrotta purtroppo, devo ammettere, perché avevo aspettato tanto che lo pubblicassero! Prima o poi proverò a dare un'altra chance a questa serie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely! Come dicevo a Jess il primo ci mette un po' a entrare nel cuore della storia, le prime 100 pagine mi stavano scoraggiando, ma poi la trama ingrana... ci vuole un po' di pazienza perché inizialmente ci sono molte spiegazioni :)

      Elimina
  7. Bella recensione ^^
    Finalmente l'ho letto anche io ahah (trovi la mia recensione qui)!
    Di questo libro ho apprezzato soprattutto il fatto che Marguerite sia più pratica e realistica: è cresciuta come personaggio secondo me.
    Purtroppo la scrittura della Gray non riesce comunque a prendermi >.<
    In ogni caso ha fatto un buon lavoro e il libro mi è piaciuto :)
    A presto!
    Rainy

    RispondiElimina

Se volete restare anonimi, firmate anche con un nome qualsiasi: saprò a chi rivolgermi quando risponderò ai vostri commenti!