martedì 16 febbraio 2016

Epic Reads Book Tag

Buongiorno Lettori!
Volete ridere un po'? Ho scovato questo bel Tag sul web, la bellezza di un anno fa! L'avevo salvato nelle bozze dell'Antro ma poi a forza di rimandare non ero più riuscita a completare le risposte.. così, finalmente, ho deciso di completarlo e di fargli vedere la luce, poverino! Ovviamente sarei felice se voleste rispondere anche voi a queste otto domande libresche, è sempre divertente vedere se siete d'accordo con me oppure no! P.S questo bel banner l'ho scippato a NonSoPiùQuale blog inglese.. shhh!



1) Se potessi invitare un autore e un personaggio di un libro per il tè,
chi inviteresti e cosa offriresti loro?
Questo Tag mi sta mettendo in difficoltà già dalla prima domanda, uff! Penso che come autrice inviterei Holly Black, che è senza dubbio uno dei miei idoli! Ha una fantasia macabra e ama scrivere storie di folletti e case stregate.. non potrei desiderare compagnia migliore per il tè! Per il personaggio ci ho pensato e ripensato, sceglierne uno solo è troppo difficile, ma non potrei rinunciare alla possibilità di fare quattro chiacchiere con Dita di Polvere, della Trilogia d'Inchiostro. Non spiccicherebbe più di tre parole, ma chissenefrega, è la mia cotta letteraria di sempre e potrebbe raccontarmi qualcosa sul Mondo d'Inchiostro *___* uffa adesso voglio davvero organizzare questo tè! Cosa offrirei ai miei ospiti? Alla Black una bella tisana alle erbe accompagnata da qualche dolcetto tipico di Halloween, per Dita di Polvere ci vorrebbe qualcosa di più rustico, magari delle focaccine salate! Certo che anche fare due chiacchiere con Agatha dell'Accademia del Bene e del Male non mi dispiacerebbe!

2) Di quale libro ti piacerebbe che l'autore scrivesse un prequel?
Per prima cosa: io detesto i prequel, così come odio gli spin-off e le novelle, anche quando si tratta delle mie saghe preferite. Può sembrare una cosa insensata, ma per me quando un romanzo finisce è perché l'autore ha detto tutto ciò che c'era da dire su quella determinata storia e sui suoi personaggi, probabilmente è una cosa che mi porto dietro dal mio modo di approcciarmi alla scrittura, ma proprio non riesco ad apprezzarli, quindi non c'è un romanzo o una serie di cui smanio di avere il prequel.. se proprio devo cito, in generale, i libri a tema zombie o i distopici, in cui spesso e volentieri l'autore offre una spiegazione poco approfondita su come tutto sia iniziato. Ecco sì, questa è una delle poche cose mi fanno proprio desiderare un prequel.. non mi accontento dell'ennesimo virus che ha infettato l'umanità o della natura che si è ribellata.

3) Quali personaggi provenienti da libri diversi vedresti bene insieme?
Okay in realtà nella descrizione del post ho barato: non ho pubblicato questo Tag perché l'ho finalmente completato, no, l'ho postato per sfinimento. Ebbene sì, è proprio questa la domanda che mi ha messo in crisi fin dallo scorso anno, e alla fine ho deciso di saltarla e pace. Il problema è che faccio già una fatica tremenda a trovare personaggi singoli che mi piacciano, figuriamoci poi delle coppie. Personaggi di libri differenti, poi, è praticamente impossibile.. non mi viene in mente proprio nessuno, chiedo perdono!

4) Se incontrassi il tuo autore preferito in metropolitana cosa gli diresti?
Partiamo dal presupposto che non ho un autore preferito e che se dovessi incontrare Cornelia Funke probabilmente finirei per supplicarla di spedirmi nel Mondo d'Inchiostro per conoscere Dita di Polvere (nell'eventualità che il tè della domanda 1 andasse a monte), potrei andare sul sicuro puntando alla magnifica J.K. Rowling! Cosa le direi? Penso che mi verrebbe una cosa tipo: "Perché Fred? Sì, ma perché Fred?! Che t'aveva fatto Fred!?" così, a intuito.

5) Quale libro ti ha fatto diventare il lettore che sei oggi?
So per certo che un giorno farete una colletta per assumere un cecchino e farmi fuori ma io, per la centodiociottesima volta, cito Flavia Bujor e il suo Fantasy per ragazzi scritto a soli 13 anni, Le tre pietre, edito dalla Sonzogno. Okay sono noiosa, ma la storia di Goa, Giada, Opale e Ambra ha fatto scattare qualcosa in me, mi ha regalato la passione per la scrittura ed è stato uno dei primi romanzi incentrati sulla morte a restarmi nel cuore. Da allora non ho mai smesso di cercare libri che trattano questo argomento in modo positivo, seppur potente.. se non lo avessi letto non sarei la lettrice che sono adesso e non avrei scelto lo stesso tipo di trame per le storie che scrivo.

6) La tua libreria ha preso fuoco e puoi
salvare un solo libro quale sarebbe?
Nessuno, se la nave affonda il capitano affonda con lei. Ergo, credo che me ne resterei a bruciare insieme ai miei libri. Okay, scherzi a parte, in caso di incendio * tocca ferro e fa gli scongiuri * sarei tentata di fiondarmi verso Shadowhunters perché possiedo la prima edizione, quella con le cover metallizzate che sono la fine del mondo, ma a mente lucida direi, per l'ennesima volta, Le tre pietre, di Flavia Bujor. Insomma, quello è il mio libro, sempre e comunque. Ci sono così affezionata che ormai non lo vedo neanche più come un oggetto, è qualcosa di più intimo, come un diario o il peluche che non riusciamo a buttare perché da piccoli ci proteggeva dai mostri la notte.

7) In quale mondo distopico ti piacerebbe vivere?
Fatemi capire, c'è davvero qualcuno che sceglierebbe di vivere di sua spontanea volontà in un mondo distopico? Sarà, ma quella persona di certo non sono io! Se penso a questo tipo di scenario mi vengono in mente solo violenza e crudeltà, almeno in base ai romanzi di questo genere ho letto fin'ora, quindi sceglierò un romanzo che non mi è piaciuto particolarmente, ma che è forse quello più.. come dire, sereno: The Giver-Il donatore, di Lois Lowry. Purtroppo sono rimasta delusa da questo primo volume della saga, ma se penso all'ambiente in cui vive il protagonista, per quanto monotono e privo di emozioni, è quello che più si avvicina a un'esistenza vivibile.. forse.

8) Qual è la lettura più epica che tu abbia mai fatto?
Non ho nessun libro da citare per questa domanda, perché ci sono letture a cui posso aver dato il massimo dei voti, ma definire "epico" Sette minuti dopo la mezzanotte, Fairy Oak, La Guerra delle Streghe o uno qualsiasi dei miei libri preferiti mi sembra in un certo senso fuori luogo.. al massimo posso citare - ancora! - la saga di Harry Potter, che nel corso degli anni e dei vari volumi ha saputo regalarmi ogni emozione possibile immaginabile, che mi ha accompagnato nell'infanzia e nell'adolescenza e mi ha fatto sentire a casa. Sì, quando penso a una lettura epica immagino qualcosa di potente, magico e perfetto, ma anche di positivo, quindi  direi che Harry si aggiudica questo posto. A meno che non vogliate sentirmi citare per l'ennesima volta l'Accademia del Bene e del Male, ecco.

♦   ♦   ♦   ♦   ♦

Fatemi sapere cos'avrete risposto voi.. soprattutto alla domanda 3!

10 commenti:

  1. Se la libreria prendesse fuoco....oh no, non ci voglio neanche pensare!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ridi se ti dico che io tengo in camera un piccolo estintore?

      Elimina
  2. Ciao Seli! Se dovessi scegliere un personaggio di un libro per prendere un tè, beh... sarebbe una scelta difficile! Approvo a pieni voti la tua scelta di Dita di Polvere, anzi, io lo inviterei in vacanza a casa mia, altro che tè delle 17 ;) Avevo pensato anche a Jace di Shadowhunters, ma credo che finirei per odiarlo dopo un'ora di conversazione reale. In ultima, credo che finirei con invitare Eragon e Saphira (che sono due, ma è come se fossero uno)! L'autore invece non saprei davvero :( Non sono un'amante dei prequel, e non mi viene in mente nessun libro/saga di cui vorrei un altro volume amvientato nel "prima". La domanda 3 è praticamente impossibile da rispondere XD. Se incontrassi il mio autore preferito..sono troppo timida, al massimo riuscirei a chiedergli un autografo, ma ne dubito -.- . Il libro che ha segnato l'inizio della mia carriera di lettrice è stato "La casa sull'albero" della Pitzorno, al secondo posto "Eragon" di Paolini (che è anche la risposta alla domanda 6). Non vorrei vivere in nessun mondo distopico, e per l'ultima domanda non mi viene in mente nulla al momento!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adoro Jace, ma gli spaccherei il naso dopo due parole, sicuro.
      La Pitzorno è una delle mie autrici preferite ♥

      Elimina
  3. Che bel tag.
    mi sa che me ,lo salvo e poi lo faccio anch'io...prima o poi. Belle le tue risposte, e soprattutto con l'ultima mi trovi d'accordo. ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero di vederlo presto anche sul tuo blog allora :)

      Elimina
  4. Che carino questo tag! Mi piace in particolare la sesta domanda =D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si può certo abbandonare il libro del proprio cuore :)

      Elimina
  5. Il fatto che la mia libreria vada a fuoco non è una possibilità da prendere in considerazione... muoio con lei! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicevo ad Erica nel primo commento.. io ho un estintore in camera! xD

      Elimina

Se volete restare anonimi, firmate anche con un nome qualsiasi: saprò a chi rivolgermi quando risponderò ai vostri commenti!