giovedì 11 giugno 2015

Recensione: "Sophie sui tetti di Parigi"

Buon giovedì Lettori!
Oggi finalmente riesco a parlarvi di un romanzo che mi è stato inviato dalla Rizzoli, che ringrazio, e che ho davvero adorato! Se amate le storie dolci e un po' nostalgiche non vi resta che lasciarvi incantare da questa splendida copertina e immergervi nella storia di Sophie.

 «L'opera di una scrittrice con una voce assolutamente originale e una fervida immaginazione.»
-Philip Pullman-

Titolo: Sophie sui tetti di Parigi
Autore: Katherine Rundell
Prezzo: 14,50€
Pagine: 283
Pubblicazione: 2015
Editore: Rizzoli

Valutazione
Image and video hosting by TinyPic
Trama: La mattina del suo primo compleanno, una bambina galleggia nella custodia di un violoncello sulle acque della Manica. A raccoglierla è Charles, un eccentrico ma premuroso scapolo inglese, che decide di prendersi cura di lei. Una cura un po' speciale, perché Charles usa i libri come piatti e permette a Sophie di scrivere sui muri. Per questo, quando la ragazzina compie tredici anni, i servizi sociali minacciano di metterla in un istituto. Allora Charles e Sophie fuggono a Parigi in cerca della madre di lei, con un solo indizio in mano: la targhetta sulla custodia del violoncello che l'ha salvata dal naufragio. L'impresa non è affatto semplice, ma Sophie troverà sui tetti di Parigi un aiuto inaspettato.


Sophie sui tetti di Parigi è un romanzo che mi ha conquistata fin da subito. Ancor prima di iniziarlo avevo già la sensazione che lo avrei adorato.. e non mi sbagliavo! Nato come libro per ragazzi, ma destinato a conquistare anche gli adulti che conservano nel proprio cuore un pizzico di magia, la storia di Sophie è di una dolcezza disarmante, una lettura appassionante che in quest'epoca di librerie invase da YA e Urban Fantasy è davvero una boccata d'aria fresca. Sarà che amo la Francia, o che avevo davvero bisogno di un romanzo che mi portasse lontano dalla realtà e che mi facesse sorridere, fatto sta che era da tempo che non mi buttavo con tanto trasporto nelle pagine di un libro per ragazzi. È stata una bellissima soddisfazione, non c'è che dire!
Vincitore del Blue Peter Book Award e del Waterstones children's Book Prize e candidato a numerosi altri premi, Rooftoppers, titolo originale del libro, non è solo una dolcissima fiaba capace di regalare un sorriso al lettore, è un piccolo inno alla speranza e all'amore, quello più profondo: il legame tra una madre e una figlia.
La storia ingrana fin dalle prime pagine e seguire Sophie a Parigi è un piacere, il romanzo è un crescendo di tenerezza.. nel corso dell'avventura si incontrano personaggi sempre più buffi, reali e simpatici, di quelli che vorresti vedere saltare fuori dalle pagine. Charles, il tutore di Sophie, è forse la figura che ho più apprezzato perché, se descrivere il mondo dal punto di vista di un bambino è una sfida, farlo dagli occhi di un adulto strambo come Charles lo è ancora di più, e l'autrice ha fatto uno splendido lavoro in entrambi i casi. Il punto di forza del romanzo forse è proprio questo modo che l'autrice ha di vedere e prendere la vita, con semplicità. I personaggi di questa storia se ne infischiano delle regole, usano i libri al posto dei piatti, mangiano gelato sotto la pioggia e sanno che una bella caraffa di panna fredda risolve praticamente qualsiasi problema. Il motto di Charles e Sophie? "Mai ignorare una possibilità."

«E quando arriviamo in albergo? Che cosa faremo dopo?»
«Andremo a cercare un panificio, Sophie, e studieremo un piano.»
«Perché un panificio? Mi sarei aspettata... che so, una stazione di polizia. O le poste...»
«Avere qualcosa da mangiare è fondamentale. Ci sarebbero state molte meno guerre se i primi ministri avessero mangiato dei bomboloni alla crema, durante i loro incontri.»

Piccolo e stravagante, questo libro torna a far sognare il lettore, giovane o adulto che sia, e lo trasporta sui tetti di Parigi alla ricerca di una donna misteriosa, una figura indefinita ma che racchiude in sé l'idea di un grande amore. Pagine che fanno venire voglia di ballare e di partire per l'avventura, che insegnano a prendere la vita come viene e apprezzare tutto ciò che ci offre, perché la felicità sta nelle cose piccole, nell'affetto e nelle persone.
Un'ottima lettura, veloce e tenera, a cui non ho dato il massimo dei voti semplicemente perché i romanzi che trattano di musica e danza raramente riescono a conquistarmi del tutto. Forse è perché sono stonata come una campana, non so suonare nessuno strumento e, se provo a muovere qualche passo di danza, rischio al massimo di farmi uscire l'ernia. D'altronde, non tutti siamo portati come Sophie, che con il suo violoncello riesce a far vibrare le corde del cuore di chiunque la ascolti. Lettura davvero consigliata, che a tratti mi ha ricordato Mr. Magorium e la bottega delle meraviglie per il modo in cui riesce a dar vita alla fantasia. Tutto è possibile, se lo vogliamo davvero. Se volete vedere la vita a testa in giù e non soffrite di vertigini, se Parigi vi affascina e siete golosi di panna, focaccine e marmellata e se amate i viaggi in treno e le buone maniere - e se i calzini bucati, i nodi tra i capelli e le macchie di caffè sugli abiti non vi scandalizzano - non vi resta che prendere il vostro ombrello, mettere le scarpe più comode che avete e partire con questi buffi personaggi verso l'avventura.


I consigli dell'Antro:
Cibo/bevanda: pane, burro e marmellata
Da leggere: in vacanza a Parigi
Voglia di: dolcezza

20 commenti:

  1. Anche io l'ho amato, un libro davvero magico.. E poi io amo sia Londra sia Parigi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io Rory, infatti è stata una lettura davvero speciale ♥ sono felice che sia piaciuto anche a te, speriamo che l'autrice scriva presto qualcosa di nuovo!

      Elimina
  2. Bella recensione! Io l'ho comprato proprio questa settimana, conto di leggerlo a breve =D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Milly, ottimo acquisto, ne vale davvero la pena *___* fammi sapere come lo trovi!

      Elimina
  3. Bellissima recensione! Adesso ho ancora più voglia di leggerlo di prima :')

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giorgia! Sono contenta che la recensione ti sia piaciuta, io l'ho davvero amato!

      Elimina
  4. A me ispirava perchè adoro i violoncelli... ma Parigi proprio non riesce ad andarmi a genio, quindi non penso che lo apprezzerei del tutto! Però conto di dargli una possibilità, magari, in futuro... ;)
    Grazie per le tue recensioni, sempre così sentite!! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Belle! Il fatto che Parigi non ti affascina particolarmente secondo me non inciderà sul tuo giudizio, perché si tratta davvero di una lettura magica, incentrata sulla musica. Sono sicurissima che, se vorrai dargli una possibilità, saprà conquistarti ♥

      Elimina
  5. Ero proprio curiosa di leggere questa recensione! Anche io amo la Francia, ma anche la musica, quindi credo che mi piacerà. Avevo visto Mr Magorium da bambina e mi era piaciuto un sacco ^^
    Questo libro mi fa venire voglia di leggerlo mente sono in viaggio, specialmente in treno, ma probabilmente lo comprerò prima di andare al mare e lo leggerò quindi in aereo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima! Se mi dici così non posso far altro che ri-consigliartelo, farà proprio al caso tuo *___* spero possa piacerti tanto quanto è piaciuto a me!

      Elimina
  6. Rowan, l'altro giorno l'ho visto in libreria, è bellissimo. *.* Devo dire poi che la cover italiana è splendida, anzi, splendida è dire poco. Tu, poi, con la tua recensione, mi hai fatto venire ancor più voglia di leggerlo. Prima o poi ci metto le mani sopra. Io ho finito l'Accademia ed ho iniziato EAH. Cosa si può dire, l'Accademia è magnifica, è davvero magica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ninfaaa, indovina cosa mi è arrivato oggi?! *___* in serata spero di riuscire a scriverti una mail come si deve! ♥
      Hai ragione, la copertina è bellissima, se non erro era la cover del libro nella versione ebook in inglese :) è davvero splendido, quando puoi leggilo!
      L'Accademia ti è piaciuta allora *___* io non vedo leggere i seguiti di EAH, oggi dovrebbe essere uscito "C'era una volta"!

      Elimina
  7. Non ho mai letto questo libro, ma dopo questa recensione credo che lo farò! Appena andrò il libreria sarà uno dei primi acquisti. La trama mi è piaciuta molto e mi ha incuriosita, spero di averlo presto tra le mani:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Loreena, sono felice che la recensione ti sia piaciuta, se riesci ad acquistarlo avvisami, che sono curiosissima di sapere cosa ne pensi *___*

      Elimina
  8. ciao
    bella recensione. Mi sembra una bella lettura e anche la cover mi piace molto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Robby! È stata davvero una lettura fresca e carinissima, la cover è molto bella :)

      Elimina
  9. Ciao! Il tuo blog è stato premiato con il Boomstick Award . Complimenti! Per visualizzarlo clicca qui : http://leggerefantasy.blogspot.it/2015/06/boomstick-award-2015.html
    Buona serata
    Anita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anita, corro subito a vedere! ♥

      Elimina
    2. Ciao Rowan,,
      che dire= Fino ad ora di questo libro, mi piaceva solo la copertina, ora però, dopo aver letto bene la trama e la tua recensione devo dire che m'ispira parecchio. ^^

      Elimina
    3. Sonia, secondo me ti piacerebbe!

      Elimina

Se volete restare anonimi, firmate anche con un nome qualsiasi: saprò a chi rivolgermi quando risponderò ai vostri commenti!