venerdì 26 dicembre 2014

Minirecensione: "Ho imparato a ridere"

So che il Natale è passato da pochissime ore e che molti voi staranno ancora trascorrendo del tempo in famiglia, a pranzo o, magari, scartando qualche regalo ritardatario.. ma io ho tanti libri di cui parlarvi e quindi l'Antro riprende subito i suoi ritmi! Oggi infatti vi lascio la mia opinione su un omaggio della EIFIS che ho davvero apprezzato moltissimo!

 «Alla ricerca della felicità ho scoperto il potere della Risata Interiore.»

Titolo: Ho imparato a ridere
Autore: Richard Romagnoli
Prezzo: 19,00 €
Pagine: 188
Pubblicazione: 2013
Editore: EIFIS


Valutazione
Image and video hosting by TinyPic
Trama: Un libro nel quale l'autore ci racconta il suo percorso personale alla ricerca della felicità interiore, iniziato quando suo padre poco prima di lasciare il corpo gli disse: "Sii sempre felice". Da quel momento è cominciata la sua ricerca. Sarà un viaggio avvincente, fatto di incontri straordinari con saggi, maestri e uomini illuminati tra cui quello con il Dr. Madan Kataria, il celebre fondatore dello Yoga della Risata, che gli farà scoprire che nella semplicità della Risata sta il segreto per cambiare noi stessi e il mondo che ci circonda.


Nonostante ci abbia messo un po' di tempo per finirlo, questo libro mi ha regalato davvero tante emozioni ed è riuscito a farmi riflettere su cose che fino a oggi ritenevo poco importanti o che, ancora peggio, davo per scontate. Il nome di Richard Romagnoli non mi era del tutto nuovo, infatti mi era già capitato di vedere alcuni video delle sue conferenze in Italia e mi è piaciuto fin da subito per la simpatia e la spontaneità che trasmette al pubblico.. la sua allegria è contagiosa, non c'è che dire! È quindi con piacere che ho iniziato questo suo libro: Ho imparato a ridereIn queste pagine, che non sono tantissime, Richard racconta il viaggio, fisico e mentale, che ha affrontato per arrivare dove adesso si trova. Un percorso ricco di emozioni belle e brutte, di perdite e di scoperte, alla ricerca della felicità perduta dopo la morte del padre.
In queste - quasi - 200 pagine non troverete nessuna spiegazione su come praticare lo Yoga della Risata, quindi niente schemi, esercizi o schede tecniche.. per quello, se vi interessa, ci sono altri suoi libri editi sempre dalla EIFIS editore. In questa biografia, invece, vi limiterete a seguire Richard in India, a scoprire come si è avvicinato allo Yoga della Risata e come poi ne sia diventato ambasciatore nel mondo, facendosi carico di questa importantissima missione: portare la gioia della risata e tutti i suoi benefici in giro per l'India, l'Italia e ovunque la gente voglia ascoltarlo.
Ho ricevuto molti più doni sorridendo che piangendo, anche se è stata la sofferenza ad insegnarmi il vero valore della risata interiore.
Un libro che ha il potere di commuovere e coinvolgere il lettore.. Richard racconta la sua storia con una semplicità unica che mi ha conquistata facendomi affezionare a ogni personaggio e mettendomi di buonumore per tutta la durata della lettura, le sue parole arrivano dritte al cuore e fanno davvero riflettere. Sono felicissima di aver letto questo libro, cercherò sicuramente di avvicinarmi a questa bellissima cultura e di fare in parte mio il pensiero di Richard: Ridere è respirare, respirare è vivere.



I consigli dell'Antro:
Cibo/bevanda: una tazza di tè
Da leggere: in un pomeriggio di sole
Voglia di: riflettere

4 commenti:

  1. Charlie Chaplin diceva:"Un giorno senza sorriso è un giorno perso."
    Ridere è importante per poter affrontare la vita. La ricerca di se stessi, della propria felicità interiore, passa attraverso mille emozioni. Emozioni piacevoli, dolorose, che ci permettono di crescere. Vivere, facendo del sorriso una ricerca interiore, è un'intensa esperienza che dovremmo provare tutti:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso far altro che darti ragione! :)

      Elimina
  2. Io amo ridere. Non a sproposito, ma una bella risata mi fa sentire meglio e anche, in un certo senso, appagata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ridere, in qualsiasi modo e momento, è già una forma di Yoga della Risata! :D

      Elimina

Se volete restare anonimi, firmate anche con un nome qualsiasi: saprò a chi rivolgermi quando risponderò ai vostri commenti!