venerdì 21 dicembre 2012

Recensione: "La breve seconda vita di Bree Tanner"

Nuova lettura, nuova recensione! Questa volta non ho voluto dare retta al mio istinto e, in un momento di follia, ho deciso La breve seconda vita di Bree Tanner, romanzo del tutto inutile di cui, penso, avremmo fatto tutti volentieri a meno.

Un episodio mai narrato in Eclipse

Titolo: La breve seconda vita di Bree Tanner
Autore: Stephenie Meyer
Prezzo: 16,00 €
Pagine:215
Uscita: 2010
Editore: Fazi

Valutazione
Trama: Bree Tanner ricorda appena come fosse la sua vita prima di acquisire dei riflessi sovrumani e un'inesauribile forza fisica. Prima che una sete insaziabile di sangue si impossessasse di lei... prima che qualcuno decidesse di trasformarla in un vampiro. Tutto quello che Bree sa è che vivere tra i suoi simili comporta poche certezze e ancor meno regole: guardati alle spalle, non attirare l'attenzione e, soprattutto, torna a casa prima dell'alba o morirai. Quel che non sa è che il suo tempo da immortale sta velocemente per scadere. Ma Bree trova un inaspettato amico in Diego, un vampiro neonato che desidera quanto lei scoprire l'identità della loro creatrice: un essere misterioso che tutti chiamano "lei". Quando realizzano che i neonati sono semplici pedine su una scacchiera più vasta di quanto non possano immaginare, i due giovani si trovano a dover decidere con chi schierarsi e di chi fidarsi. Ma se tutto ciò che sanno si basa sulla menzogna, sarà realmente possibile giungere alla verità?


Da dove iniziare a commentare.. libro? Vediamo.. non ho mai pensato che la Meyer scrivesse bene. Che abbia uno stile scorrevole e piacevole è innegabile, ma scrivere bene è tutt'altra cosa. Bé, ecco che con questo racconto. Già dalle prime pagine non è difficile capire che è un brutto libro, e come sempre la Meyer non manca di infilare tra una riga e l’altra assurde situazioni. Un esempio? Oltre ai Vampiri-Lampadina, ormai famosi, ecco a voi i vampiri con il Super Sputo Velenoso! No no, non avete capito male! La Meyer dichiara esplicitamente che:

“Diego alzò gli occhi al cielo e sputò veleno oltre il tetto del palazzo.”

Altro che i supereroi, qui i vampiri hanno tutto: Superforza, vista ai raggi X, zanne.. e ora hanno anche il Super Sputo Velenoso! Senza dimenticare poi la pelle luminosa, cosa faremmo senza? Ora.. se la Meyer avesse regalato a questi vampiri una mantellina colorata e una mascherina alla Zorro, tutti i supereroi sarebbero potuti andare tranquillamente in pensione. Ovviamente tralasciando il piccolo dettaglio che gli Eroi Vampiri si sarebbero mangiati tutti i cittadini, invece che salvarli. Altra cosa che mi ha lasciata perplessa: Ecco a voi Diego che dice:

«E questo è positivo, è qualcosa che lei cerca. Vampiri con delle capacità: specializ-z-zati».

Ora, non è che io mi diverta a citarvi parola per parola il libro, ma.. SPECIALIZ-Z-ZATI? Ma cosa sono, affetti pure da balbuzie? E non ho finito! Ecco a voi un piccolo stralcio del libro, che non posso proprio evitare di farvi leggere:

“Era questa la differenza? Era questo il motivo che lo legava ai ricordi che noialtri fuggivamo? Continuavo a non capire cosa c'entrasse Riley. Riley e il cheeseburger del dolore. Quella era la parte della storia che volevo sentire, ma non mi andava di forzarlo.”

ai ricordi che noialtri fuggivamo?” Che roba è? E cosa accidenti c'entra il cheeseburger? Che la Meyer fosse a dieta, e ci abbia infilato tra una riga e l’altra l’oggetto del suo desiderio, senza nemmeno accorgersene? Della serie “non ci vedo più dalla fame”. E mangiati una Fiesta santo cielo! Vogliamo parlare anche della storia d’amore tra Bree e Diego? Ops, ma quale storia? Dopo qualche ora passata insieme in una grotta, automaticamente sono fidanzati. Niente innamoramento, niente sentimenti.. solo.. «Ehi, siamo stati chiusi insieme in una grotta per qualche ora a parlare di Ninja, ci fidanziamo» – «Ma sì, perché no.»
Ecco la bella storia. Stop.
E sinceramente mi faccio una bella risata davanti alle fan della saga che, dopo l'uscita di questo inutile volume, hanno innalzato siti, blog e forum in onore della povera Bree, che a loro era sempre piaciuta.. ma stiamo scherzando? Bree Tanner era passata inosservata, una semplice comparsa in mezzo al mare di pseudo vampiri della saga, smettiamo di fare tante storie.
Storia inutile, personaggi banali e prezzo assurdo: devo dire altro?

I consigli dell'Antro:
Cibo/bevanda: succo di arancia rossa
Da leggere: ..mai?
Voglia di: una lettura semplice

5 commenti:

  1. Uno dei libri più brutti mai letti! Poteva proprio evitare di scriverlo O.O

    RispondiElimina
  2. hahahahahahaha!!! che forte!
    mai letto e nemmeno ci tengo, già le storie d'amore tra vampiri, umani, zombie ecc. non mi attirano più di tanto... ma questa è proprio una caduta di stile!!!

    RispondiElimina
  3. Ne avevo letto un pezzettino dal libro di mia cugina...ma era noioso e senza una caratteristica che ti invogli a leggerlo e per questo...nn l'ho letto. Questa autrice sembra che scriva solo per guadagnare...

    RispondiElimina
  4. ahaha..il super sputo velenoso quello mancava!!!
    comunque non ho letto, non lggerò mai e mai spenderò soldi su questa merda!!!
    complimenti per la recensione..molto divertente!!

    RispondiElimina
  5. io amo la saga di twilight, l'ho letto e mi è piaciuto,ma ognuno ha i suoi gusti.

    RispondiElimina

Se volete restare anonimi, firmate anche con un nome qualsiasi: saprò a chi rivolgermi quando risponderò ai vostri commenti!