martedì 29 novembre 2011

Teaser Tuesdays #17


Come sempre vi do il benvenuto su Ombre Angeliche per una nuova puntata di Teaser Tuesdays, la rubrica ideata da MizB del blog Should Be Reading.
Partecipare è semplice, basta seguire le regole qui sotto:

-Prendi il libro che stai leggendo
-Aprilo ad una pagina a caso
-Trascrivine un breve pezzo facendo attenzione ad evitare spoilers
-Riporta titolo e autore del libro

Il mio teaser:
Il segreto degli undici, di Deborah Epifani (ho chiuso il libro senza segnare la pagina ç_ç)

Gwinever ricomparve in salotto con una pila di ingombranti volumi sotto braccio e una candela rossa in mano. Appoggiò tutto sul tavolo, si sedette di fronte ad Aron e schioccò due dita. Delle scintille le sprizzarono tra pollice e indice. La maga le accostò allo stoppino e la candela rossa si accese con un sibilo. Poi la fissò sul legno facendovi colare alcune gocce di cera liquida.
«Se sei pronto, Aron, cominciamo.»

3 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. "Avviandosi verso l'uscita, incontrarono un uomo che entrava.
    Aveva un'espressione sperduta sulla faccia tonda, uno sguardo perplesso negli occhi da cocker.
    <> gli chiese Frieda
    <>
    <> Con un cenno della testa gli indicò la porta chiusa di Reuben.
    Mentre usciva, passò davanti a Paz che parlava garrula al telefono, gesticolando animatamente con le mani cariche di anelli, e tutto a un tratto si sentì come mamma oca seguita da un anatroccolo solitario."
    - Il Paziente di Nicci French -
    (pag. 50)

    RispondiElimina
  3. "Prima di tutto ti spogliano e ti rubano tutto quello che hai addosso. Poi ti ficcano la testa in un secchio d'acqua fredda e ti attaccano i fili elettrici alle palle. San Juan de Lurigancho, non suona adorabile? Era gestita dai carcerati. Le celle venivano vendute dalla loro mafia. Ma la cosa peggiore è il silenzio. Il silenzio significa strato di guerriglia estrema tra gang"
    - London Boulevard di Ken Bruen -

    RispondiElimina

Se volete restare anonimi, firmate anche con un nome qualsiasi: saprò a chi rivolgermi quando risponderò ai vostri commenti!